Incontro con Antonio Manzini

BOLOGNA - Librerie.coop Ambasciatori via Orefici, 19 

25-10-2018 - 18:00

Incontro con Antonio Manzini, in occasione dell’uscita del suo nuovo romanzo FATE IL VOSTRO GIOCO (Sellerio).
Ne parla con l’autore Giampiero Rigosi.
Rocco è a terra, tradito da Caterina che ha lasciato la questura di Aosta, abbandonato dagli amici, anima in pena si aggira per la città con la sola voglia di rapporti carnali e privi di senso. Si complica anche il suo legame quasi paterno con l’adolescente suo vicino di casa, Gabriele, perché nella storia irrompe finalmente la madre, Cecilia, un personaggio fragile, buio, contraddittorio. Questa volta il vicequestore Schiavone deve vedersela con una storia di ludopatia, di avidità. Andando su e giù da Aosta al casinò di Saint-Vincent distante una manciata di chilometri si scontra con le incongruenze di uno Stato che lucra sul fallimento di famiglie trascinate nel fondo del barile dal demone del gioco d’azzardo. Nonostante la complessità dell’indagine Rocco non dimentica e cerca di ricucire i rapporti coi suoi amici romani, ma l’impresa è resa più difficile perché l’ombra di Enzo Baiocchi, catturato dalla polizia e diventato ormai un pentito, si allunga ancora sulla vita del vicequestore. Le sorprese che il destino ha in serbo per Schiavone non sono finite e le domande cui dare una risposta sono tante.

Librerie.coop Ambasciatori

via Orefici, 19 - 40124 Bologna

Antonio Manzini

Nato a Roma nel 1964, è attore, regista, sceneggiatore e scrittore. Allievo di Camilleri all'Accademia Nazionale d'Arte Drammatica, ha esordito nella narrativa con un racconto scritto in collaborazione con Niccolò Ammaniti per l'antologia "Crimini". Lavora principalmente come attore cinematografico e televisivo ("Linda e il Brigadiere", "Vento di Ponente", "R.I.S. - Delitti Imperfetti", "Tutti per Bruno") e ha curato la sceneggiatura dei film "Il siero della vanità" (di Alex Infascelli, 2004) e "Come Dio comanda" (di Gabriele Salvatores, 2008). Del 2005 è il suo primo romanzo, "Sangue marcio", al quale hanno fatto seguito "La giostra dei criceti" (2007), alcuni racconti per antologie gialle e noir e, nel 2013, "Pista Nera", in cui appare il vicequestore Rocco Schiavone, nato e cresciuto a Trastevere, che odia lo sci, le montagne, la neve e il freddo e viene trasferito ad Aosta per punizione.

La gallery