Il mostro di Armendáriz.

Maurizio Campisi

Prezzo
€ 1,99

Nel settembre del 1954 il Perù fu scosso da un caso che venne subito e frettolosamente catalogato dai mezzi di comunicazione e dalla polizia come un orrendo omicidio. Un bambino di soli cinque anni venne ritrovato morto, con la testa fracassata, sulla scogliera di Armendáriz, a ridosso dell’esclusivo quartiere di Miraflores della capitale Lima. La polizia, al termine di una frettolosa indagine, determinò che il bambino era stato sequestrato e violentato. I particolari della morte del piccolo, inventati di sana pianta, scatenarono una caccia al mostro senza precedenti. Ad essere arrestato, indicato come colpevole di quel gesto orribile, fu Jorge Villanueva, un uomo di colore senza fissa dimora, che venne condannato a morte dopo un processo sommario, istruito ad uso e consumo per soddisfare le esigenze di un’opinione pubblica manipolata dalle forze di polizia.

¨Il mostro di Armendáriz¨ ripercorre, con la ricostruzione narrativa di un’ipotesi, le tappe che portarono Villanueva ad essere uno degli ultimi giustiziati in Perù. Negli anni la sua vicenda assunse i toni foschi di un clamoroso errore giudiziario che pesa ancora oggi sulla coscienza collettiva dei peruviani.

  • Formato Ebook

    EPUB

  • Dispositivi supportati

    Kobo, Androids, iPhone/iPad, E-Readers, Computer (Mac/PC)