Nei confini di un giardino

Amy Waldman

Prezzo
€ 8,99

A due anni di distanza dall'11 settembre 2001, gli effetti dell'attentato ancora incombono sulla vita di tanti americani, impegnati a tentare di immaginare un futuro di guarigione e ritrovata serenità. Questo sforzo, individuale e collettivo insieme, ha bisogno di un simbolo, di un faro, di qualcosa che renda tangibile ciò che solo le parole - e a volte neppure quelle - riescono a evocare. Il monumento che dovrà assolvere il compito sarà un luogo di pace, un documento storico, una nuova partenza. Viene cosí indetto un concorso anonimo e aperto a tutti per scegliere il progetto che meglio rappresenterà questa voglia di memoria e rinascita. Ma per quello che sembra in tutto e per tutto uno scherzo del destino, il progetto prescelto - il Giardino - risulta essere opera di un bravissimo architetto, referenziato e stimato. E musulmano. Per un attimo sembra che quel nome, Mohammad Khan, arrivato in modo cosí inatteso al tavolo della giuria, sia una sorta di déjà-vu: una nuova esplosione, un altro attacco kamikaze, quasi un nuovo attentato alla società americana. Le reazioni dell'opinione pubblica alla notizia sono prevedibilmente di shock e incredulità. L'architetto vincitore si vedrà costretto a ripensare il suo modo di essere americano e musulmano, di essere figlio e compagno, e finirà con l'abbandonare la battaglia per rivendicare quegli stessi diritti che gli hanno permesso di diventare ciò che è, un onesto e produttivo cittadino americano. Proprio come negli effetti di una catastrofe, il romanzo squarcia il velo di un'umanità complessa, fatta di vite intense eppure solitarie, semplici e nascoste, di grandi successi e insuccessi, di riscatti e ambizioni, un'umanità che non smette mai di interrogarsi sulla natura del bene e del male, sul valore della giustizia e della tolleranza, e soprattutto sul valore della memoria individuale e collettiva. *** «Grande ricostruzione storica e dettaglio pittorico per un romanzo a piú voci che mostra con viscerale empatia le reazioni della città di New York e del Paese intero all'attentato dell'11 settembre, e come questo abbia inciso sul comportamento degli americani verso i musulmani e gli immigrati in genere». Michiko Kakutani, «The New York Times»

  • Formato Ebook

    EPUB

  • Dispositivi supportati

    Kobo, Androids, iPhone/iPad, E-Readers, Computer (Mac/PC)

  • Editore

    Einaudi

  • Categoria

    Letteratura

  • Dimensione del file

    1 MB

  • Protezione

    Adobe DRM

  • Anno di pubblicazione

    2012

  • Lunghezza

    400 pagine (edizione cartacea)

  • Lingua

    Italiano

    Tradotto da Cristiana Mennella

  • ISBN

    9788858406519