La riforma universitaria nel quadro dei sistemi di governance europei

Marino Regini

Prezzo
€ 6,49

Negli ultimi 30 anni tutti i Paesi europei sono stati interessati da processi di riorganizzazione dei propri sistemi di istruzione superiore (SIS). In questo volume vengono discussi due aspetti di questa riorganizzazione: i mutamenti nei modelli di governance e i processi di differenziazione interna ai vari SIS. I nuovi modelli di governance dei SIS si basano su tre pilastri: autonomia, valutazione e competizione. Ovunque si è puntato a una gestione più manageriale degli atenei, rafforzando la leadership centrale e riducendo il potere degli organi collegiali. In Italia l’autonomia si è sviluppata in modo distorto, per lungo tempo non accompagnata da valutazione e competizione. Oltre a riformare la governance, i governi europei hanno risposto alla domanda di accesso all’università di una massa di studenti con backgrounds e ambizioni diverse differenziando i SIS dei loro Paesi. Una prima ondata di differenziazione ha avuto luogo nei decenni 1960-70, e una seconda ondata nei tardi anni ’90. L’Italia ha fatto eccezione, e in questo sta l’origine di gran parte dei problemi dell’università italiana, che il volume discute proponendo anche delle soluzioni possibili.

Marino Regini insegna Sociologia economica nell’Università degli studi di Milano ed è direttore scientifico del Centro interuniversitario UNIRES (Italian Centre for Research on Universities and Higher Education Systems). Tra i suoi volumi più recenti: European Universities and the Challenge of the Market (2011); Torri d’avorio in frantumi? Dove vanno le università europee (2010); Malata e denigrata. L’università italiana a confronto con l’Europa (2009).

  • Formato Ebook

    EPUB

  • Dispositivi supportati

    Kobo, Androids, iPhone/iPad, E-Readers, Computer (Mac/PC)