Storia curiosa della scienza [vol. 2]

Flavio Oreglio

Prezzo
€ 5,99

Dai barbari a Copernico. «Gli arabi eccelsero soprattutto nell’astronomia. Basta leggere i nomi delle stelle per rendersene conto: Aldebaran, Antares, Rigel sono solo le più famose. Scorrendo un qualsiasi elenco dei corpi celesti c’è da restare a bocca aperta. Ed è tutto logico... infatti, quando restiamo a bocca aperta? Quando non capiamo. E perché non capiamo? Perché il firmamento parla arabo. È proprio il caso di dirlo. E meno male che è così, perché i nomi delle stelle sono bellissimi... dobbiamo ammetterlo, noi non siamo altrettanto efficaci. Scoprire un pianeta e chiamarlo ‘Gianni’ non è il massimo». Dopo Le radici pagane dell’Europa, dove si illustravano le origini e l’evoluzione del pensiero umano dalla mitologia antica ad Aristotele e l’Ellenismo, in questo secondo volume della Storia curiosa della scienza lo scienziato-attore-filosofo Flavio Oreglio racconta il Medioevo: l’epoca ‘oscura’ ma non per tutti, il momento storico in cui il mondo arabo fece la sua trionfale comparsa sulle scene del sapere, dando un impulso straordinario allo sviluppo della scienza matematica, della chimica e dell’astronomia. Un vero e proprio ‘ponte culturale’ che ha collegato l’antichità alla modernità. Dalla calata dei barbari in Europa all’invenzione dell’algebra, dal genio di Leonardo da Vinci alla rivoluzione copernicana, in queste pagine c’è tutto il Medioevo o quasi. In particolare c’è come accostarsi a esso con le domande giuste, la mente libera e, ogni tanto, una sana risata.

  • Formato Ebook

    PDF

    Disponibile anche in formato EPUB

  • Dispositivi supportati

    Kobo, Androids, iPhone/iPad, E-Readers, Computer (Mac/PC)

  • Editore

    Salani Editore

  • Categoria

    Saggistica, Scienze

  • Dimensione del file

    2 MB

  • Protezione

    Adobe DRM

  • Anno di pubblicazione

    2013

  • Lunghezza

    179 pagine (edizione cartacea)

  • Lingua

    Italiano

  • ISBN

    9788867156054