L'impero dei sensi. Da Euripide a Ōshima

Prezzo
€ 10,99

È difficile parlare di teatro senza toccare la tematica del desiderio, della passione della carne. La spinta pulsionale più audace, e trasgressiva, affiora già nella «Fedra» di Euripide, archetipo illustre di tutta una serie di «variazioni» suggestive (da Seneca a Racine, per finire con il provocante D’Annunzio). Resta però indubitabile che occorre distinguere sagacemente – nel fluire dei secoli – fra «eros» ed «erotismo». Quest’ultimo si dà unicamente là dove c’è oltrepassamento dei limiti del divieto, ebbrezza di sfuggire risolutamente al potere intimidatorio del tabù. «L’impero dei sensi» di Ōshima Nagisa – un film del 1976, di più di trent’anni fa, ma che colpisce ancora – allude a questa invadenza erotica della scena nel dare il titolo a un convegno di studi (27-29 novembre 2008) promosso dal DAMS di Torino, di cui il presente volume raccoglie gli atti.

  • Formato Ebook

    PDF

  • Dispositivi supportati

    Kobo, Androids, iPhone/iPad, E-Readers, Computer (Mac/PC)